Blog CoachingNow - coachingnow.it

Vai ai contenuti

Ammettiamolo: non fare qualcosa per la paura del fallimento significa fallire in anticipo

coachingnow.it
Pubblicato da Eleonora Pizzutti in Coaching · 15 Giugno 2020
Tags: Motivazionefallimentomindsetrisultatocoaching
A me succede: una delle prime cose che accade quando fisso un obiettivo è sentire il mio cervello che si oppone e che inizia a ricordarmi perché fare quello che ho progettato di fare è una pessima idea, con scarse probabilità di riuscita, per tutta una serie di motivi e quindi sarà difficile centrare l’obiettivo.

 
Ma non fare qualcosa perché potresti fallire vuol dire correre il serio rischio di fallire in anticipo. Stai perdendo un’opportunità di apprendimento. Stai perdendo un’opportunità per la tua crescita. Non avrai mai idea dell'opportunità che avrebbe potuto essere per te.

Anche se ci trinceriamo dietro al pensiero che se non ci proviamo, non possiamo fallire, sta di fatto che anche l'idea di fallire in anticipo è e rimane un fallimento, con la conseguenza che tu non hai imparato nulla per la tua evoluzione e sviluppo come persona.

 
Se ci pensi, proprio il fatto di fallire ripetutamente è la strada che spesso ci porta a realizzare grandi cose. Quindi, quello che sto facendo, è incoraggiarti a fallire per amore della conoscenza di come fallire e come   imparare dal fallimento.

 
Perché la verità è che non potrai mai sapere dove ti potrebbero condurre i tuoi fallimenti.

 
Ed è altrettanto vero che i tuoi fallimenti preventivati non ti porteranno da nessuna parte. Produrranno soltanto l’effetto di farti perdere in un loop dove crederai alle tue scuse e credenze interiori limitanti, che non mancheranno ti darti ampie prove del perché non puoi fare alcun progresso professionale e personale.

 
Proviamo allora a rovesciare completamente la prospettiva che hai adottato fino ad ora nel fissare i tuoi obiettivi o nell’affrontare le tue sfide professionali e personali.

 
E se da oggi cominciassi a ripeterti questa frase:
 
SONO DISPOSTO/A A FALLIRE PROVANDOCI… E CE LA METTERÒ TUTTA.

 
Che cosa cambia? Se fissi un obiettivo con la volontà di fallire, guadagnerai da subito una notevole dose di #saggezza, prospettiva, auto-consapevolezza e capacità di gestire gli imprevisti e le difficoltà. Queste sono competenze strategiche che spesso hanno più valore del raggiungimento dell'obiettivo stesso.

 
In sostanza si tratta di cambiare i nostri pensieri nei confronti del raggiungimento di quell’obiettivo che ci siamo posti, quindi anziché chiedersi "cosa devo fare per raggiungere il mio obiettivo?" è più produttivo chiedersi “ che cosa mi serve per pensare di raggiungere il mio obiettivo?”

 
Non dimentichiamoci infatti che i nostri pensieri generano emozioni, le emozioni generano azioni e le azioni ci portano a raggiungere i risultati desiderati.

 
Se stai ancora pensando se rispondere o meno a quell’offerta di lavoro, se inviare o meno quella proposta al cliente, fare o meno quella telefonata importante ecc. è bene iniziare dal coltivare il giusto tipo di pensieri nella tua mente.
 
Se ti sei imbattuto/a in un ostacolo e senti la motivazione che cala, sei in una situazione di stallo e sei sul punto di rinunciare a raggiungere il tuo obiettivo, prova a chiederti quali sono le parole o una frase che puoi utilizzare subito per creare in te nuove emozioni che ti rimettano in carreggiata.

 
Un esempio di frase che io utilizzo è ricordarmi che, se voglio diventare un certo tipo di persona, allora fare quella cosa che sto procrastinando o che mi spaventa, mi avvicinerà e faciliterà
nel diventare proprio quel tipo di persona che voglio essere.

 
La magia che sta dietro al raggiungimento di un obiettivo è che ogni volta scoprirai qualcosa in più su di te e non perderai la tua occasione di crescita.

 
Ora tocca a te: quali sono alcuni pensieri o frasi che utilizzi per creare emozioni che funzionano per te come un carburante nei momenti di difficoltà o stallo?


Torna ai contenuti